l famoso deejay e produttore Joseph Capriati, 33 anni, è stato accoltellato dal padre ed è in pericolo di vita all’ospedale di Caserta. Il papà del deejay, un 61enne incensurato, è stato arrestato per tentato omicidio e condotto in carcere dalla polizia. E’ intervenuta la squadra Volante della Questura di Caserta diretta da Luigi Ricciardi. Tutto ha avuto inizio dall’intervento del 113 all’ospedale di Caserta per il ricovero di un ragazzo che presentava una ferita da arma da taglio al torace. Dagli accertamenti condotti, i poliziotti hanno ricostruito i fatti: il trentatreene  era stato al centro – ieri sera – di un violento litigio con alcuni componenti della famiglia, al culmine del quale il padre, impugnando un coltello da cucina, lo aveva trafitto all’altezza della parte alta del torace, procurandogli gravi lesioni.

Il dj Joseph Capriati solitamente vive in Spagna ma da quando è scoppiata la pandemia, anche a causa del blocco del lavoro, era tornato nella casa paterna. Dalla ricostruzione dei fatti si capisce che il litigio tra gli appartenenti alla famiglia sia iniziato da futili motivi e come, successivamente, fosse degenerato per l’alterarsi dei toni, fin quando il padre nella colluttazione ha trafitto il figlio trasportato d’urgenza presso l’ospedale di Caserta per le cure del caso. Il giovane versa ora in gravi condizioni

Share.

Circa l'autore

Leave A Reply