banner ad

Contratto di fiume, Ventre a muso duro

| 21 aprile 2017 | 0 Commenti

“Prende sempre più piede la nostra ipotesi: che il tavolo tecnico sia stato convocato per gestire soldi a livello locale per sottrarli alla regione Campania senza preoccuparsi di quello che scorre nella Solofrana, senza preoccuparsi dei depuratori e delle aziende che scaricano senza depurare, senza preoccuparsi dell’elevato tasso di mortalità per tumori nei comuni attraversati dal torrente, senza preoccuparsi dell’inquinamento delle falde di Solofra e Montoro che potrebbe estendersi a valle e contaminare le sorgenti del Sarno, senza preoccuparsi dei propri cittadini”, lo scrive Emiddio Ventre del comitato Non Vasche a seguite dell’incontro sul “Contratto di Fiume” tra alcuni sindaci rispetto al disinquinamento di torrenti e corsi d’acqua. “Addirittura il Sindaco Vignola di Solofra – aggiunge Ventre –  dribblando la domanda sull’inquinamento chiede di entrare a far parte del Grande Progetto Sarno perché ci sono in ballo 217 milioni di euro. Siamo amareggiati che i nostri rappresentati e tutori della salute pubblica pensano al business politico economico e non ai propri cittadini. Faremo pesare queste cose sia in procura e sia alle prossime tornate elettorali”.ventre

Categoria: News dalla provincia

Sull'autore (Profilo autore )

Lascia un commento

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.