banner ad

Lottare fino all’ultimo

| 19 aprile 2017 | 0 Commenti

Forse aveva ragione Bollini quando invitava tutti al self control dopo il pari interno con il Cittadella e la sconfitta esterna con la Ternana. La Salernitana è rientrata nel giro delle possibili outsider per i piazzamenti play-off grazie al successo in rimonta contro il Latina. Tre punti che possono rappresentare un nuovo inizio in questo delicato finale di stagione, in particolare in vista della trasferta di Vercelli, contro una compagine in gran forma, ma che è sicuramente alla portata dei granata. Il problema di Coda e compagni è che il trend di risultati lontano dall’Arechi è certamente esiguo per un team che vuole ambire a qualcosa in più della semplice salvezza. Anche perché dopo Vercelli, arriveranno due match casalinghi complicati ma superabili grazie all’apporto del pubblico e cioè contro Bari e Frosinone. Le ultime tre giornate, al di là del derby con l’Avellino che fa sempre parte di un discorso a se stante, vedranno la Salernitana affrontare due potenziali rivali per i play-off: Carpi e Perugia.

Passiamo alla Serie D. In casa Nocerina l’imperativo è lottare fino all’ultimo minuto, anche perché la matematica dà ancora qualche piccola speranza di primato ai molossi. Quindi bisognerà vincere e sperare nei passi falsi delle altre. Domenica c’è la partita con l’Agropoli, la prima di due casalinghe, l’altra è con il Bisceglie. Intanto, ufficializzato il programma della post season di Serie D. I play-off si giocheranno in gara unica il 14 maggio, tra le squadre giunte in classifica tra il 2° e il 5° posto. Si gioca sul campo della meglio piazzata. Le vincenti si affronteranno la domenica successiva. In caso di parità al 90° si procederà ai supplementari, in caso di ulteriore nulla di fatto, niente rigori, ma passaggio del turno per la squadra con la classifica migliore. Successivamente, tra le nove vincitrici, si stilerà una graduatoria valida per gli eventuali ripescaggi in Lega Pro.

Infine la Cavese. Aria di cambiamenti in casa metelliana. Ma molto dipenderà dai risultati di fine stagione e dalle possibilità di un ripescaggio in Lega Pro degli aquilotti. Ovviamente parliamo della possibilità o meno che il patron Campitiello resti al timone della società. L’impressione è che l’imprenditore paganese, dopo le critiche e le contestazioni, oltre che ai risultati della squadra non in linea con il suo programma, abbia perso un po’ la pazienza. L’ultimo suo comunicato, quello dopo la sconfitta con il Leonzio, lascia pensare ad un prosieguo, ma da allora tanta acqua è passata sotto i ponti, cioè i portici. 

Giuseppe Della Morte

nocerina 2017

Categoria: News dalla provincia, News dalla Regione, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Nocerina, Sport

Sull'autore (Profilo autore )

Lascia un commento

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.