banner ad

Scafati, due operazioni antidroga: sequestrati 160 chili di hashish

| 13 febbraio 2018 | 0 Commenti

Era diventato il ponte ideale per gli spostamenti della droga da una città all’altra. In particolare tra l’agro nocerino sarnese, i paesi vesuviani e castellammare di stabia. Centosessanta chilogrammi di hashish sono stati sequestrati dai carabinieri di Scafati e Castellemmare di Stabia in due distinte operazioni che hanno portato in carcere Vincenzo Vitiello, già da tempo tenuto sotto osservazione dalle forze dell’ordine, pregiudicato di 31 anni, con un passato di reati contro patrimonio. Da mesi ormai la zona dei Monti Lattari era un continuo proliferare di episodi legati alla coltivazione di droga, in particolare erano state rinvenute da carabinieri e guardia di finanza numerose piantagioni di marjiuana. Il traffico di stupefacenti scoperto dai militari tra Castellammare e Scafati. Alla vista dei militari Vitiello, dopo una colluttazione, ha cercato di darsi alla fuga tra i campi circostanti la sua abitazione ma è stato prontamente raggiunto dai carabinieri. A casa possedeva 112 chilogrammi di hashish già divisa in panetti. Erano nascosti in cantina, droga pronta per essere venduta nelle piazze di spaccio.

Nelle ultime ore c’è stata una intensificazione delle attività di controllo da parte dei carabinieri che ha portato poi all’individuazione di Luigi Di Maio, un insospettabile personaggio di Lettere. Un muratore di 30 anni, incensurato, ma che nascondeva a casa 5 grammi di marjiuana e materiale per il confezionamento. Il resto era nascosto nel suo furgone, pronto a effettuare consegne, in buste e bidoni vi erano a bordo 48 chili di marjiuana. I carabinieri sono certi che dietro a questi due personaggi ci sia una vera e propria organizzazione criminale dedicata al traffico e allo spaccio di droga.hashish

Categoria: Cronaca, PrimoPiano

Sull'autore (Profilo autore )

Lascia un commento

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.