“In queste settimane ho continuato a seguire con puntualità la questione del dragaggio del fiume Sarno e del Rio Sguazzatorio. L’ho fatto con l’obiettivo di rassicurare i cittadini, che mi hanno affidato la loro preoccupazione circa l’intervento di realizzazione del secondo collettore del depuratore di Angri. Un intervento che, necessariamente, deve essere preceduto dal dragaggio di tutto il corso del Rio Sguazzatorio, per evitare paradossalmente che esso aumenti il rischio di allagamenti ed esondazioni”, lo scrive il consigliere regionale Nunzio Carpentieri. Aggiunge: “Ebbene, nei giorni scorsi ho richiesto ed ottenuto un incontro con il dirigente del Servizio Grandi Opere della Regione Campania, Fabrizio Manduca, il quale mi ha assicurato che il grido di allarme che abbiamo lanciato è stato raccolto. Dunque, a breve partiranno le due gare per l’affidamento dell’intervento di dragaggio del Rio, nel mentre è stata anche commissionata la progettazione per il dragaggio del fiume Sarno, nel tratto compreso tra la foce e la cosiddetta Ciampa di cavallo.

La questione è stata anche al centro dell’ultima seduta della Commissione Trasparenza e controllo della Regione, che mi onoro di presiedere, nella quale, a nome dei cittadini, ho ribadito con fermezza questa istanza, ottenendo ulteriori rassicurazioni.

Manduca, peraltro, ha annunciato che sono in itinere due ulteriori gare per i lavori di ampliamento e manutenzione delle vasche di laminazione di Pandola, a Mercato San Severino, e di Cicalesi, a Nocera Inferiore.

Restiamo vigili e attenti, per verificare che gli impegni assunti vengano effettivamente mantenuti”.

Share.

Circa l'autore

Comments are closed.